LATORRE COLPITO DA ISCHEMIA. SULLA VICENDA INTERVIENE IL MINISTRO MOGHERINI:

Dopo la paura per Massimiliano Latorre, il fuciliere bloccato a New Delhi in India insieme al suo collega Alessandro Girone da oltre due anni e sei mesi per un incidente in cui sono morti due pescatori indiani, le dichiarazioni del ministro degli Esteri Federica Mogherini.

L’episodio risale a domenica pomeriggio quando un improvviso malore, forse una ischemia, ha fatto temere il peggio per il marò che poi grazie ai tempestivi soccorsi, ha ripreso conoscenza. “Le condizioni di salute di Massimiliano La Torre non soltanto preoccupano molto, ma cambiano anche la situazione ed il governo sta riflettendo su come cambia anche il modo di reagire".  Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri Federica  Mogherini  parlando a margine del dibattito davanti alla Commissione Esteri al Parlamento europeo, aggiungendo che "la internazionalizzazione della gestione della vicenda è pronta ma intanto si sta lavorando anche per riaprire nuovi canali di dialogo con il nuovo Governo indiano. Su questa base ci stiamo adoperando quotidianamente sia io, sia il ministro Pinotti sia il presidente del Consiglio Renzi per fare in modo di riportarli in Italia tutti e due il prima possibile”. La strategia italiana attuale è quella annunciata mesi fa dai ministri Mogherini e Pinotti di una internazionalizzazione della vicenda mirante ad un arbitrato internazionale. Intanto però il malore che ha colpito Latorre ha riacceso la polemica. La figlia del militare, Giulia, ha sfogato su facebook tutta la sua rabbia: “Italia mi fai schifo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.