ANCHE IL WWF SI OPPONE AL NUOVO PALAZZO DELLA SOPRINTENDENZA

Il WWF Bari all’interno del comitato di quartiere Parco Castello ha avviato la procedura di ricorso al Consiglio di Stato affinché non venga ultimata la costruzione del palazzo della Soprintendenza nell’area di Santa Chiara, nella città vecchia. “L’associazione WWF Bari  – si legge nel comunicato -denuncia l’imminente scomparsa, per chi viene dal mare, della vista del rosone della nostra splendida cattedrale, che sta per essere definitivamente occultata dal nuovo edificio che in questi giorni si sta speditamente edificando in una zona dall’ elevato pregio storico, architettonico e paesaggistico, su commissione del Provveditore ai Lavori Pubblici e previa autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Puglia”.

La zona di Santa Chiara, un’area verde che dista circa 150 metri dal Castello Svevo è anche al centro di un progetto denominato “Parco del Castello” e che verrebbe meno con la costruzione del palazzo degli uffici del Provveditore ai Lavori pubblici.

“L’area verde appartenente al demanio – si legge ancora nella nota del WWF – a nostro avviso si adatta alla perfezione esclusivamente alla realizzazione di un parco, vista l’estrema e drammatica carenza della zona. Riteniamo che sia sbagliata la realizzazione di tale opera perché si incorrerebbe in un inutile e soprattutto dannoso consumo di suolo. È risaputo che in tutta Bari ci sono locali demaniali dismessi (un esempio è il Tribunale Militare posto solo a pochi metri dal sito in questione) che potrebbero essere riutilizzati. Ciò avrebbe come effetto la riqualificazione della zona che andrebbe a rianimare strutture morte da tempo e ad evitare di deturpare ulteriormente il paesaggio con altre costose opere di dubbia necessità”.

Foto Andrea Camassa per WWF Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *