A RUVO DI PUGLIA IL PRIMO TESTAMENTO BIOLOGICO

Il consiglio comunale di Ruvo di Puglia, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno con cui si da mandato alla Giunta di istituire il primo testamento biologico italiano. Tramite questo documento ognuno potrà esprimere la propria volontà in merito alle terapie che intende accettare o rifiutare nel caso in cui, a causa del manifestarsi di malattie o in presenza di lesioni celebrali irreversibili, dovesse trovarsi nelle condizioni di non poter esprimere il proprio parere. Nel testamento biologico sarà anche possibile indicare un fiduciario per le cure sanitarie. Il registro, naturalmente, è riservato solo ai residenti del comune di Ruvo anche se in realtà anche in altri comuni italiani si sta procedendo all’istituzione di questi registri, in attesa di una legge che regoli una materia così delicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *