NORMAN ATLANTIC, A BARI SALVATI 49 NAUFRAGHI

Nonostante le cattive condizioni meteo marine, sono riusciti ad attraccare, al porto di Bari, i 49 naufraghi della nave Norman Atlantic incendiatosi alle 4,30 di domenica mattina a largo di Valona. Il traghetto partito da Patrasso e diretto ad Ancona era arrivato intorno alle tre di stanotte nel porto di Brindisi ma a causa del mare grosso si è deciso di dirottare l'imbarcazione verso Bari dove si è messa in moto nella notte la macchina dei soccorsi.  Le operazioni sono coordinate dalla Prefettura di Bari e dalla Protezione civile. Sulla nave mercantile, Spirit of Piraeus battente bandiera Singapore, ci sono anche quattro bambini, e alcune donne incinta. I naufraghi feriti, soprattutto ustionati, sono stati fatti scendere e accompagnati nel terminal crociere per essere assistiti. Qui è stata allestita una struttura per la primissima accoglienza. Ma non è solo Bari ad essere al centro dei soccorsi, è tutta la Puglia. Già da ieri, infatti, i primi naufraghi sono stati accompagnati nelle strutture ospedaliere del Salento: a Otranto, Lecce,  Galatina, Tricase e Scorrano. A Brindisi sono giunti invece 16 feriti, 9 dei quali sono stati dimessi. Due adolescenti greche, sono state temporaneamente affidate a una famiglia brindisina in attesa che siano localizzati i parenti. Secondo la Guardia Costiera le persone messe in salvo sono 356. A bordo ci sarebbero quindi ancora 121 persone da salvare, più la vittima accertata, 44 sono i passeggeri italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *