DISCARICHE CHIUSE, IL COMUNE DI BARI CERCA NUOVE SOLUZIONI

Con la discarica di Trani ancora sotto sequestro e a seguito della revoca dell’ordinanza, richiesta dall’ARPA Puglia, promulgata dal sindaco del Comune di Giovinazzo, con la quale si autorizzava la prosecuzione dei conferimenti dei rifiuti nel sito dello stesso comune, è emergenza rifiuti. Il sindaco di Bari Antonio Decaro, insieme alla struttura tecnica dell’ATO Ba, sta avviando una serie di incontri con i gestori delle discariche di rifiuti speciali fuori dal territorio provinciale dove attualmente si conferiscono i rifiuti provenienti dai 41 comuni dell’area metropolitana barese. Per ora si conterà ancora sulla la disponibilità dei gestori delle discariche a continuare ad accogliere i rifiuti a tariffe calmierate, in attesa che si individui una soluzione permanente nel territorio provinciale. Nel frattempo è stato però necessario rimodulare i flussi dei rifiuti verso gli  impianti di bio-stabilizzazione indicando destinazioni diverse per alcuni comuni in modo da ridurre il carico sull’impianto di Giovinazzo e ottimizzare i flussi per l’intera area metropolitana. E’ stata poi avviata la procedura di perequazione delle tariffe, secondo quanto richiesto da tutti i sindaci dell’ATO, per fare in modo che i diversi comuni paghino la stessa tariffa per ogni tonnellata di rifiuto conferito. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.