LA PUGLIA A LETTO CON L’INFLUENZA, PICCO DI CONTAGI IN QUESTI GIORNI

Il picco tanto atteso da medici e infettivologi è arrivato. Ad oggi, secondo i calcoli dell'Osservatorio epidemiologico regionale, in 90mila pugliesi hanno già contratto l'influenza e l'età media si è notevolmente abbassata. Febbre alta, raffreddore, tosse e in alcuni casi disturbi gastro intestinali, si stanno diffondendo a vista d'occhio e stanno creando anche qualche disagio negli ospedali di tutta la Regione come al Policlinico di Bari e al Vito Fazzi di Lecce dove iniziano a scarseggiare i posti letto. Gli ultimi casi gravi di H1N1 registrati in Puglia sono tre: una bambina di 10 anni all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, un anziano di 77 anni al Vito Fazzi di Lecce e una donna di 60 anni al Miulli di Acquaviva delle Fonti. La lista dei pazienti gravi si allunga di giorno in giorno, sino ad oggi 14 persone sono finite in Rianimazione e due sono stati i decessi: un bambino di 15 mesi morto al Vito Fazzi di Lecce e una 61enne, affetta già da diverse patologie eppure non vaccinata, deceduta dopo venti giorni di ricovero al Miulli di Acquaviva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *