BARI, IN CRESCITA TRAFFICO AEREO. CARADONNA: “ ORA ABBASSIAMO LE TARIFFE”

Ancora in aumento i numeri dello scalo aeroportuale barese. Secondo i dati forniti da aeroporti di Puglia, nello mese di settembre i passeggeri in entrata e in uscita da Bari e Brindisi sono stati 607.939 a fronte dei  562.545 del 2014, con un incremento dell’8,1%. In crescita del 6,1% anche il numero dei voli passati dai 4.895 di settembre 2014 ai 5.195 di agosto. Cresciuto anche il consuntivo passeggeri riferito ai primi nove mesi del 2015: +6,9% rispetto al2015.

Sono stati 383.009 i passeggeri in transito del mese di settembre contro i 353.494 di settembre 2014, con un incremento dell’8,3%. In crescita del 9,35% i passeggeri di linea: 342.837 a settembre dello scorso anno contro i 374.765 del mese scorso; di questi 140.006 sono stati i passeggeri di linea internazionale (+29,8%).

Dinamiche simili anche per i primi nove mesi che registrano un +8,4% del traffico passeggeri (2.784.704 nel 2014 contro i 3.018.571 di quest’anno). Su tutte le tipologie di vettori primeggiano i low cost che rappresentano il 64% del traffico riferito al solo Aeroporto di Bari.

Tutto questo fa ben sperare – ha commentato il consigliere comunale capogruppo del Gruppo Misto al Comune di Bari Michele Caradonna – Bari può certamente diventare un punto di riferimento per il territorio sia a livello commerciale che turistico, quello che manca però è una politica mirata che punti a rendere più interessante l’arrivo in città e la permanenza. Mi riferisco non solo a iniziative di carattere culturale ma anche ad una organizzazione più puntuale sulla mobilità. Penso a prezzi più abbordabili dei mezzi di trasporto soprattutto aereo che per ora offre tariffe più contenute solo con i voli low cost e non con la nostra compagnia di bandiera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.