EMILIANO AL TAVOLO SULL’AUTISMO: PRESTO ANAGRAFE CASI PUGLIESI

 “Possiamo dire che, per quanto riguarda l’autismo, siamo purtroppo quasi all’anno zero ma ce la metteremo tutta affinchè questo sistema possa crescere in fretta” Con queste parole  il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha aperto i lavori del tavolo regionale per l’Autismo, previsto dalla delibera n. 805 del 5 maggio del 2004 e dalle Linee guida per l’Autismo approvate in Puglia il 2 agosto del 2013. Al tavolo hanno partecipato tutti i responsabili delle neuropsichiatrie infantili delle sei Asl pugliesi, i dirigenti della Regione e i rappresentanti delle associazioni dei familiari.

“Il primo passo da compiere – ha sottolineato Emiliano in una nota – è quello di costituire un’anagrafe delle situazioni che abbiamo qui in Puglia con il supporto di tutti i responsabili delle Asl per poter capire anche l’entità della diffusione dell’autismo. Dobbiamo poi immaginare un modello di integrazione pubblico privato, laddove il pubblico, così come è emerso dal confronto, riesce a mala pena a fare la diagnostica e qualche controllo. Tutto il resto invece, a cominciare dai percorsi terapeutici, viene affidato al privato. Occorre dunque compiere anche una verifica del numero di strutture private presenti sul nostro territorio in grado di dare le giuste risposte terapeutiche e di soddisfare le esigenze dell’utenza”.

Il Presidente Emiliano ha concluso i lavori chiedendo agli uffici di produrre i primi risultati entro trenta giorni e ha convocato nuovamente il Tavolo regionale per l’autismo per il prossimo 18 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *