DIVERSARTE, FORTINO INADATTO AI DISABILI E SPORCO. IL VIDEO DI TELEBARI

Al Fortino di Bari vecchia la quinta edizione del Festival “DiversArte” promosso dall’associazione culturale Diversarte e dall’Associazione di promozione sociale Alexott. Oltre le barriere architettoniche un susseguirsi di eventi culturali, una opportunità per tutti di godere delle performance di artisti normodotati e non, ma tutti eccezionalmente coinvolgenti.

Purtroppo però a le condizioni di pulizia e manutenzione degli spazi che ospitano la Kermesse lasciano fortemente a desiderare.

Stanze sporche, sedie sporche, pavimenti divelti proprio sulla rampa laterale dalla quale hanno accesso i disabili in carrozzina, bagno inutilizzabile, si presenta così il Fortino. 

Il Consigliere Caradonna dopo aver ricevuta la segnalazione di Annarita Romito (Presidente di "DiversArte"- l’Associazione proponente del Festival "DiversArte", ha effettuato un sopralluogo verificando di fatto la situazione. “Uno spettacolo indecoroso, per tutti – dichiara il consigliere Caradonna – la manifestazione per la sua unicità e per l’alto valore che rappresenta, coinvolge numerose persone, artisti e spettatori, nessuno merita di esibirsi o di partecipare a un evento in simili condizioni”.

“Un Festival che è anche una opportunità per la cittadinanza di sperimentare l’integrazione, di lasciarsi coinvolgere attraverso l’arte e la cultura nella lettura di difficoltà e risorse nella chiave del “per tutti e da tutti”, chiave di lettura che evidentemente non appartiene a questa istituzione comunale”.

Il consigliere Caradonna ascoltate le giuste rimostranze della presidentessa Romito: “Noi siamo operatori Culturali, Artisti (non "giullari di corte") pertanto, lavoratori!!!. Pur essendo Disabili! Abbiamo un'etica ed una dignità!”

Il consigliere Caradonna ha concluso comunicando che: “chiederò una relazione dettagliata sulle condizioni del Fortino e sulle responsabilità che hanno determinato oggi questo stato dei luoghi e per rimediare alla grave offesa nei confronti della Associazione che ha organizzato il Festival un rimborso delle quote versate per usufruire degli spazi del Fortino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.