Importi 2022: assegni e pensioni di invalidità civile | Disattese le promesse

L’INPS pubblica gli importi e i limiti di reddito delle provvidenze economiche.

Con la circolare n.197 del 23 dicembre 2021, l’INPS ha reso noti gli importi delle pensioni e delle prestazioni a cui hanno diritto gli invalidi civili per il 2022.

Gli importi sono rivalutati come ogni anno su parametri relativi al costo della vita e all’inflazione.  

Le prestazioni economiche, considerando la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per il 2021 è pari a +1,7 dal 1.1.2022

I limiti di reddito per il diritto alle pensioni in favore di mutilati, invalidi civili totali, sono aumentati dello 0,4%.

Ovviamente tali aumenti – sottolinea Michele Caradonna, Presidente della sede ANMIC provinciale di Bari – non afferiscono all’aumento delle pensioni tanto atteso. Sono oltre 15 anni che continuiamo a chiedere al Governo ed ai politici di turno un serio aumento degli assegni e delle pensioni d’invalidità, richieste che vengono sempre accolte con positività ma alle quali non si da seguito nei fatti. Ora è necessario che i Si ricevuti fino ad ora diventino operativi e si traducano in un reale aumento delle pensioni di invalidità”

Importi 2022 invalidità: ecco i limiti di reddito e importi previsti per gli invalidi civili :

  • Limite di reddito annuo personale per Invalidi totali: 17.050,42 € (rispetto a € 16.982,49 del 2021).
  • Limite di reddito annuo personale per Invalidi parziali e minori: 5.010,20 € (rispetto a € 4.931,29 del 2021).
  • Pensione Assegno mensile/indennità di frequenza: 291,69 € (rispetto a € 287,09 del 2021)
  • Accompagnamento: € 525,17.

Importi 2022 invalidità di seguito riportiamo una tabella riepilogativa.

È evidente – conclude Caradonna – che continueremo a batterci contro quella mediocrità che aleggia nei posti di comando affinché vengano poste in essere tutte quelle misure che concretamente permettano a tutte le persone con disabilità di poter vivere una vita inclusiva e dignitosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *