LE NOTIZIENAZIONALIPuglia Sociale Notizie

Scuola e pari opportunità: il caso di Leonardo e la lezione di Diritto.

In un significativo passo avanti verso l’equità e l’inclusione nell’ambito scolastico, un piccolo Comune italiano si distingue per una decisione che favorisce l’accesso all’istruzione per gli studenti con disabilità. Protagonista della vicenda è Leonardo, un ragazzo di 13 anni, affetto da dislessia e con una lieve disabilità cognitiva, al quale è stato finalmente concesso di utilizzare un registratore durante le lezioni della scuola media inferiore.

La determinazione del padre di Leonardo, Maurizio, ha giocato un ruolo cruciale nell’ottenere questo risultato. Maurizio, infatti, ha portato all’attenzione dell’Ufficio Antidiscriminazione ANMIC la difficoltà di suo figlio a seguire il programma scolastico e a prendere appunti, nonostante la presenza di un insegnante di sostegno. “Il mio obiettivo è garantire che mio figlio possa affrontare lo studio in modo indipendente, proprio come i suoi compagni”, ha dichiarato Maurizio.

Scuola e pari opportunità battono anche la presunta Privacy

Nonostante le iniziali resistenze per questioni di privacy, l’intervento dell’ANMIC e il richiamo al rispetto del Piano Educativo Individualizzato (PEI) – nel quale era stato riconosciuto il registratore come strumento compensativo – hanno fatto sì che la scuola riconoscesse il diritto di Leonardo all’uso di tale dispositivo. Ciò è in linea con le disposizioni del Garante della Privacy, che confermano la possibilità per gli studenti di utilizzare strumenti compensativi personalizzati per facilitare il proprio percorso di apprendimento.

Dopo sei settimane di negoziazioni, l’approvazione dell’uso del registratore rappresenta una vittoria non solo per Leonardo, ma per tutti gli studenti che si trovano in situazioni simili. Questo esito positivo sottolinea l’importanza di un approccio all’istruzione che sia veramente inclusivo e che garantisca a ogni studente gli strumenti necessari per superare le proprie sfide individuali.

“Adesso mio figlio può studiare con più facilità, sentendosi autonomo come i suoi compagni di classe”, ha commentato con soddisfazione Maurizio. Questo caso evidenzia la necessità di promuovere un ambiente scolastico che rispetti e valorizzi le diversità, assicurando un’educazione equa e inclusiva per tutti.

Scuola e pari opportunità: Contatta il centro AntiDiscriminazione ANMIC

Per segnalazioni di discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità, l’Ufficio Antidiscriminazione ANMIC è raggiungibile al Numero Verde gratuito 800.572.775 o via email a antidiscriminazione@anmic.it.

L’articolo Scuola e pari opportunità: il caso di Leonardo e la lezione di Diritto. proviene da ANMIC 24 – Notizie.

Fonte ANMIC24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No menu locations found.